Indietro

17/06/2019

Bonaventura Maschio Pairing Challenge 2019: vincono lo chef Marcello Trentini e la bartender Carlotta Linzalata

Domenica 16 e lunedì 17 giugno 2019 si è svolta la prima edizione della Bonaventura Maschio Pairing Challenge, il contest di cocktail pairing organizzato dalla Distilleria Bonaventura Maschio in collaborazione con JRE Italia.

Durante la due giorni tenutasi presso la storica sede della distilleria, a Gaiarine (TV), otto chef e otto bartender si sono sfidati per il miglior abbinamento piatto-cocktail, valutato da una giuria di esperti presieduta da Marco Reitano, chef sommelier del ristorante La Pergola di Roma, e Presidente dell’associazione Noi di Sala.

Allo chef Marcello Trentini e la bartender Carlotta Linzalata, del ristorante Magorabin, va il merito di aver valorizzato al meglio la cultura del pairing, avvicinando in modo creativo il mondo della mixology e quello gastronomico attraverso la preparazione del Maialino bbq, trota, cocco, pecan,servito in abbinamento al Grape, is the new black!

“La nostra proposta è dedicata al Prime Uve Invitational Barbecue Championship– racconta Marcello Trentini -. Proprio per questo abbiamo lavorato le costine con cottura bbq, dopo averle sottoposte ad una doppia marinatura: prima in salamoia, e poi sottovuoto con Prime Uve Nere e alcune spezie. In abbinamento Grape is The new Black!,un miscelato a base di Prime Uve Nere e Oro che contiene profumi che ricordano l’Asia donando freschezza”

Il secondo posto va allo chef Giorgio Bartolucci e al bartender Vincenzo Brindisi di Atelier Restaurant (Domodossola, Verbania), mentre il terzo allo chef Nikita Sergeev e al bartender Leonardo Niccià del Ristorante l’Arcade (Porto San Giorgio, Fermo) che hanno partecipato alla competizione con l’abbinamento Cozze come la tradizione forse vorrebbe il drink Salty Soul.

“Cimentarsi nel pairing certamente è stata un’occasione di sfida per gli chef e i bartender in gara, – commenta il Presidente di giuria Marco Reitano – ed è stata lodevole la grande varietà di piatti e cocktail presentati. La giuria ha valutato tutte le preparazioni cercando di ritrovare in ciascuna di esse i profumi del distillato Prime Uve: alcuni abbinamenti sono stati particolarmente azzeccati, creando un’armonia di somiglianze e di contrasti nel dialogo tra piatto e drink. Il Bonaventura Maschio Pairing Challenge può essere considerato uno spaccato del mondo della ristorazione attuale, in cui la collaborazione tra bartender e cucina aumenta di giorno in giorno.”

Durante la competizione, le otto coppie si sono sfidate presentando un abbinamento tra un piatto e un signature cocktail (pre-dinner, after-dinner o long drink), entrambi contenenti una delle tre varianti del distillato d’uva Prime Uve, ovvero “Prime Uve Bianche”, “Prime Uve Nere” e “Prime Uve Oro”.

Hanno preso parte alla competizione lo chef Giorgio Bartolucci dell’Atelier Ristorante di Domodossola (VB) e il bartender Vincenzo Brindisi, lo chef Dario Guidi dell’Antica Osteria Magenes di Barate (MI) e il bartender Yuri Gelmini, lo chef Nikita Sergeev e il bartender Leonardo Niccià del Ristorante l’Arcade di Porto San Giorgio (FM), lo chef Renato Rizzardi e il sommelier Alex Dal Fior de La Locanda di Piero di Montecchio Precalcino (VI); lo chef Filippo Saporito con il Direttore di sala Jenson Nippalana Joseph, del Ristorante la Leggenda dei Frati di Firenze; lo chef Marcello Trentini del Ristorante Magorabin di Torino con la bartender Carlotta Linzalata, lo chef Leonardo Vescera e il bartender Marco Valerio La Grasta del Ristorante Il Capriccio di Vieste (FG) e infine, lo chef Vinod Sookar e il bartender Federico Gallone del Ristorante Al Fornello da Ricci di Ceglie Messapica (BR).

La sfida è stata inoltre occasione per rinnovare la collaborazione tra Bonaventura Maschio e JRE – Italia, l’associazione che raccoglie i più giovani e rappresentativi chef dell’alta gastronomia, accomunati dall’amore per la cucina e dal desiderio di condividere esperienze e valori.

JRE: NEVER ENDING PASSION                                      

JRE è l’associazione che raccoglie i più giovani e rappresentativi chef dell’alta gastronomia, accomunati dall’amore per la cucina e dal desiderio di condividere esperienze e valori. Una realtà fondata sulla ricerca, sull’eccellenza e sullo scambio continuo quale fonte di crescita.
Nata in Francia nella metà degli anni Settanta, conta oggi più di 350 ristoranti affiliati, distribuiti in 15 paesi differenti, rappresentanti di altrettante esperienze e interpretazioni culinarie: Austria, Belgio, Croazia, Danimarca, Germania, Francia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Polonia, Slovenia, Spagna, Svizzera e Regno Unito.
La compagine italiana, oggi composta da 88 chef di cui 59 soci e 29 soci onorari, è guidata dallo chef Luca Marchini, titolare del Ristorante L’Erba del Re di Modena.

Leggi anche

21/02/2020

Nico Salvatori Best Bartender under 35 ai Food&Wine Italia Awards

Gli Awards, organizzati dall’edizione italiana del prestigioso magazine statunitense lanciato nel 1978, rappresentano un momento di incontro e c...

Leggi tutto

09/12/2019

La Distilleria Bonaventura Maschio premia Antonio Ziantoni chef “Sorpresa dell’anno” durante la presentazione della tredicesima guida Identità Golose

Una collaborazione importante quella tra la storica azienda di Gaiarine (TV) e Identità Golose, che prosegue nel segno dell’eccellenza e nella ce...

Leggi tutto

31/10/2019

Assegnate le Borse di studio Bonaventura Maschio 2019 per il Master AIS “La ricerca dell’eccellenza”

Graziano Pietragalla, Andrea Galantini e Eros Cattapan, rispettivamente per il Sud, Centro e Nord Italia, sono i tre sommelier che si sono aggiudica...

Leggi tutto